Che la Puglia offra spiagge da sogno non è certo una novità…ma trovarsi catapultati in un tuffo direttamente sulle bianche sabbie degli atolli dell’oceano indiano, beh, non è cosa di tutti i giorni…

Torna alla lista

Le Maldive del Salento…un angolo esotico dietro casa


 

 
Nato un po’ per gioco, un po’ per associazione spontanea, il nome “Maldive del Salento” è divenuto oramai una sorta di marchio, un vero e proprio must per chiunque decida di passare le proprie vacanze nel sud della Puglia.
Tutto è iniziato nell'estate del 2000, quando uno stabilimento balneare decise di riprendere il nome con cui quel tratto di spiaggia veniva già comunemente identificato dai salentini. 
Da quel momento, e nel corso degli anni, questo nome ha finito per indicare per estensione un’intera località della Marina di Pescoluse, contraddistinta da sabbia bianca calcarea finissima, dune naturali spruzzate qui e là dal verde vivo della vegetazione spontanea e da fondali bassi ed acque cristalline.

Situata sul versante ionico, a circa 30 chilometri da Gallipoli, la spiaggia delle Maldive del Salento offre relax e suggestioni tali da trasformare anche il viandante casuale in un habitué. E’ impossibile non rimanere vivacemente impressionati dalle bianche dune dalle linee morbide che si trasformano progressivamente in lingue sottili lanciate su un mare tra i più limpidi di tutta Italia. I bassi fondali, l'aria profumata dalle acacie e dal giglio bianco selvatico, gli isolotti che affiorano qui e là nell'acqua cristallina, ogni cosa sembra integrarsi in una cornice perfetta. Una piccola nicchia fuori dal tempo che ci ricorda che un colore, un profumo, un bagliore, possono vibrare forte ed a lungo nel corpo e nella mente.

La zona, che si estende per circa quattro chilometri di spiaggia, tra Torre Pali e Torre Vado, è ottimamente attrezzata in termini di servizi turistici con diversi stabilimenti balneari, tra cui l'omonimo stabilimento “Maldive del Salento” che accoglie i suoi bagnanti con la monumentale “mega sdraio”, divenuta immancabile location per selfie e foto di gruppo a testimonianza del proprio passaggio.

E per chi volesse proseguire lungo la costa per un suggestivo aperitivo al tramonto, a soli 10 km, Santa Maria di Leuca, de finibus terrae, fu secondo la leggenda il primo approdo di Enea, il luogo dove il mar Ionio e il mar Adriatico si abbracciano.

 
 
Tags: Maldive del SalentoMarina di PescoluseSanta Maria di Leucaacque cristallinesabbia bianca
 
 
Commenti all'articolo
 

Luca sabato 7 giugno 2014 alle 10:33 ha scritto:


Ciao Francesco, è sicuramente un posto da vedere!
 

Francesco venerdì 30 maggio 2014 alle 17:23 ha scritto:


Quest'estate sarò in vacanza in Puglia e andrò sicuramente a visitare le Maldive Del Salento. spero siano belle come vengono descritte qui
 
  Lascia un commento all'articolo
Nome
Email
Commento